Vacanze di Natale nel dolce Salento

Ogni festa ha i suoi piatti. Trascorrere le vacanze nel Salento, in estate o a Natale, vuol dire assaporare anche il gusto della cucina tipica. Negli ultimi decenni la tradizione enogastronomica è finalmente uscita dalle dispense e dai ricettari segreti delle nonne per entrare nei menu delle locande e delle pasticcerie, lasciandosi scoprire dai turisti. Sulle tavole in festa per il Natale, nel Salento, vi sono in particolare alcune pietanze che non possono assolutamente mancare, una specie di buon augurio con ricette come il pesce di pasta di mandorle o i “purcidduzzi” che, boccone boccone, accompagnano i sensi e le speranze verso il nuovo anno con qualche piccola certezza, almeno di gusto.

Ecco le ricette dei dolci salentini tipici delle feste natalizie.


PURCIDDUZZI E CARTELLATE

purceddhruzzi.jpg

 

Miele, cannella, anisini: un mare di dolcezza in cui affondare le dita e piluccare i fragranti “purcidduzzi” e le belle “cartellate”, queste ultime dolce tipico diffuso in tutta la Puglia. Questi dolci preparati semplicemente con farina di grano duro, vino bianco e sale, fritti e conditi con miele, cannella, mandorle, pinoli o coloratissimi anisini, hanno origini antiche. Si possono trovare durante le festività anche nelle pasticcerie e, recentemente, anche nei forni sempre più riforniti e variegati.

IL PESCE DI PASTA DI MANDORLE 

pesce_pasta_di_mandorle.jpg

 

Il pesce a Natale, l`agnellino a Pasqua, dolcetti in tutte le altre occasioni: la pasta di mandorle non manca mai nelle principali ricorrenze che riuniscono le famiglie e gli amici attorno a una bella tavola imbandita. Molte signore preparano ancora a mano in casa la pasta di mandorle, altre invece la acquistano come da tradizione presso il monastero delle Benedettine a Lecce o, ancora, in una delle tante pasticcerie che si dedicano alla preparazione di queste prelibatezze. Il pesce di pasta di mandorle solitamente è ripieno di savoiardi bagnati con liquorino tipo Benevento, faldacchiera, cioccolato fondente, cannella in polvere, e marmellata o di pere o di cotogne. Una bontà dal sapore indimenticabile.

I CUSCINI DI GESÙ BAMBINO

cuscini-di-gesu-bambino-1280x800.jpg

 

Il nome dei cuscini di Gesù Bambino richiama la forma e il candore di questi particolari biscotti ripieni a forma di mezzaluna o rettangolo, che si preparano in occasione delle feste, in alcuni paesi specie del Salento. L`impasto semplicissimo è fatto con farina, olio d`oliva, zucchero, un pizzico di sale e acqua, e viene steso con matterello fino a diventare sottilissimo. Le varie porzioni di impasto vengono ripiene con un cucchiaino di marmellata d`uva e richiuse per essere fritte e, una volta fredde, spolverate di zucchero a velo. Alcune varianti li vogliono più ghiottamente immersi nel miele.

LE PITTEDDHE

crostatine-pugliesi-alla-marmellata-9.jpg

 

Le pitteddhe assomigliano a delle crostatine ma meno dolci, e rappresentano il dolce povero per eccellenza della tradizione rurale. La pasta viene preparata con farina di grano duro, olio d`oliva, buccia di limone grattugiata e un pizzico di sale, e resa sottilissima dal matterello. Il ripieno è a base di “mostarda”, cioè di marmellata preparata con l`uva da vino. Le pitteddhe vengono cotte in forno e poi conservate in scatole di latta o di terracotta, che ne mantengono la fragranza.

Vuoi trascorrere le tue vacanze di Natale nel Salento? Come darti torto! Anche Ferrero Rocher ha scelto il Salento, in particolare Presicce, per i suoi spot a tema natalizio. Scopri di più qui, e poi scegli una delle nostre case vacanze in affitto in questo magico periodo. 

Pensi al Salento e ti vengono in mente mare, sole e spiagge di Porto Cesareo e Gallipoli, preferisci un bel residence sul mare di Ostuni o casa vacanze con piscina? Sceglila come meta delle tue prossime vacanze estive per l`estate 2018Sfoglia il nostro catalogo online.

 


Condividi: